Visualizzazione post con etichetta Web Analytics. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Web Analytics. Mostra tutti i post

Monitorare i click in uscita per aumentare le pageviews

Exit
In questo precedente articolo avevo spiegato come migrare da Google Analytics a Google Tag manager e, tra le varie implementazioni suggerite, una che credo sia veramente importante è il tracciamento dei click in uscita.

Un link in uscita è un collegamento che porta l’utente fuori dal sito, verso una pagina ospitata su un altro sito web.

Attraverso l’analisi prima delle delle pagine con maggiore % di uscita, e successivamente degli specifici link in uscita, possiamo attuare strategie per:

  1. Aumentare le page views
  2. Aumentare il tempo di permanenza sul sito
  3. Ridurre il bounce rate, ovvero la frequenza di rimbalzo

Impostare il tracciamento dei link in uscita


Per impostare il tracciamento dei link in uscita fai riferimento a questo paragrafo della guida linkata sopra. Il processo è guidato per aiutarti a creare la tag e il trigger corretti a tracciare i click sui link del sito attraverso i 3 livelli usati per definire un evento in Google Analytics: Categoria evento, azione dell’evento ed etichetta evento.

Continua a leggere: Monitorare i click in uscita per aumentare le pageviews

Quanto devono essere lunghi i contenuti per la SEO?


La risposta come al solito è… Dipende! Dipende dal settore e dipende da quello che fanno i TOP competitor, dipende da quello che si aspetta l’utente finale. Quando inizio a scrivere un articolo la mia preoccupazione è quella di inserire informazioni più complete possibile, questo mi porta spesso a scrivere contenuti abbastanza lunghi. La lunghezza di un contenuto dovrebbe dipendere da molti fattori e Google non è certo il primo della lista, nonostante questo una delle domande più gettonate è “300 parole bastano per rankare? Meglio 350?“… 400, che faccio, lascio? -ndr